John Piermont Morgan e Stefano Bardini, Firenze e gli Stati Uniti nell’epoca d’oro del mecenatismo americano

John Piermont Morgan e Stefano Bardini,
Firenze e gli Stati Uniti nell’epoca d’oro del mecenatismo americano

8 maggio 2019
St James Church
Firenze

“Siamo qui questa sera per saperne di più su alcuni dei primi esempi di filantropia americana e italiana, ricordandoci che, grazie ai forti legami costruiti nei secoli passati tra individui e istituzioni, siamo in grado di guardare avanti per approfondire le partnership esistenti e stabilirne di nuove per il futuro”

Con queste bellissime parole il Console Christopher Polillo ha salutato la platea presente all’evento organizzato da Consonanze in collaborazione con la Syracuse University in occasione dei festeggiamenti per i 200 anni del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze.

Ringraziamo i relatori che hanno resto questo evento un incontro tra culture.

 

PROGRAMMA
Saluto
Console Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze Console Christopher Polillo
Reverendo Andrew Cooley, Rettore della St. James Church

Presentazione e coordinamento
Dott. Nicoletta Arbusti, Ass.Consonanze
John Piermont Morgan : “E’ morto il Re!”. Viva il Re

relatori per ordine alfabetico
Dott. Silvia Ciappi, Storica dell’Arte
Comitato Nazionale Italiano dell’Association Internationale Pour l’Histoire du Verre (AIHV)
Le vetrate di Ezio Giovannozzi: esempio di “moderno” revival rinascimentale

Dott. Cynthia D’Alimonte
Chiesa Episcopale di St.James
La Chiesa di St.James vi dà il benvenuto

Prof. Jonathan Nelson, Storico dell’Arte
Syracuse University, Florence
Bernard Berenson, conoscitore per l’élite

Dott. Antonella Nesi,
Curatrice del Museo Stefano Bardini,Firenze
L’attimo fuggente: il talento di Stefano Bardini

Prof. Sasha Perugini,
Direttrice della Syracuse University Florence
Così lontani,così vicini. Due mondi che si incontrano. Arte e non solo

Intervento musicale a cura del Maestro Daniela Dolce
musica americana e italiana della fine ‘800 e inizi del ‘900
pianista: Maestro Daniele Biagini

A seguire alcune foto dell’evento